OBE indotta tramite suggestione ipnotica – Parte prima – Fenomenologia e caratteristiche percettive

 

Riassunto

Lo scopo di questo studio è l’indagine delle caratteristiche percettive e cognitive delle Esperienze Fuori dal Corpo (OBE – Out of Body Experiences) indotte per via ipnotica. Cinque partecipanti, scelti per la loro familiarità con l’induzione ipnotica, sono stati indotti in OBE ed è stato loro chiesto di descrivere verbalmente, una o due per sessione, sei immagini selezionate, disposte in due differenti stanze site a centinaia di chilometri dal luogo in cui essi erano in ipnosi.


Inoltre la loro esperienza fenomenologica in tempo reale è stata indagata riguardo alla MPS (Minimal Phenomenal Selfhood – Individualità Fenomenica Minima) e alle somiglianze con le caratteristiche delle percezioni spaziale e temporale riferite nelle Esperienze di Quasi-Morte (NDE – Near Death Experiences).

In media i partecipanti hanno identificato correttamente il 46,7% delle immagini, mentre due giudici indipendenti ne hanno identificate correttamente il 66,7%, da confrontare con il 25% di probabilità nella scelta casuale.

La fenomenologia delle loro esperienze percettive e cognitive durante l’OBE ha rivelato una generale comunanza in tutti i partecipanti. Tutti hanno infatti riportato l’esperienza fenomenologica di una individualità personale incorporea capace di percepire semplicemente con un atto di volontà, senza la limitatezza fisica della vista, di muoversi istantaneamente nell’ambiente e di esistere in una sorta di mondo tridimensionale senza alcuna cognizione del tempo.

La validità di queste relazioni verbali fatte in prima persona è stata dibattuta per determinare se esse fossero frutto di OBE reali oppure delle precedenti conoscenze dell’ipnotista riguardo all’OBE stessa.

Al fine di accedere alla pubblicazione scientifica e di supportare le nostre ricerche ti chiediamo di abilitare i popup e di scaricare l’articolo in lingua inglese affinché i contatori di visualizzazione e download sulla rivista aumentino.

Se la pagina non dovesse aprirsi clicca qui: link.

[wpdm_file id=1]

This Post Has Been Viewed 409 Times


Lascia un commento