Interazione mente-materia alla distanza di 190 Km. Effetti su di un generatore di eventi casuali (REG) ottenuti mediante un metodo a soglia.

Riassunto

Abbiamo utilizzato un nuovo metodo per verificare se soggetti umani possano influenzare a distanza un generatore di eventi casuali (REG – Random Event Generator).

In uno studio pilota, a partecipanti selezionati per la loro forte motivazione e capacità di controllare la propria attività mentale era stato chiesto di alterare il funzionamento di un REG collocato in un laboratorio situato approssimativamente a 190 Km di distanza, durante sessioni della durata approssimativa di 90 secondi, con lo scopo di ottenere una deviazione pari almeno a ± 1,65 volte quella standard rispetto alla media attesa.

Il valore di soglia prestabilito era stato raggiunto nel 78% di 50 sessioni sperimentali, contro il 48% di quelle di controllo.

Questo studio è stato replicato mediante un lavoro confermativo pre-registrato con il coinvolgimento di 34 partecipanti selezionati secondo gli stessi criteri utilizzati per lo studio pilota.

Ogni partecipante ha contribuito con tre sessioni svoltesi in tre giorni diversi, per un totale di 102 sessioni.

È stato svolto anche un pari numero di sessioni di controllo.

La percentuale delle sessioni sperimentali in cui è stata raggiunta la soglia prestabilita è stata dell’82,3% su 102 sessioni, contro il 13,7% di quelle di controllo.

Esaminiamo poi la possibilità di utilizzare questo metodo come strumento per telecomunicazioni mentali.

Al fine di accedere alla pubblicazione scientifica e di supportare le nostre ricerche ti chiediamo di abilitare i popup e di scaricare l’articolo in lingua inglese affinché i contatori di visualizzazione e download sulla rivista aumentino.

Se la pagina non dovesse aprirsi clicca qui: link.

[wpdm_file id=13]

This Post Has Been Viewed 277 Times


Lascia un commento